Voice: dar voce al pensiero dei lavoratori

All’interno delle organizzazioni si parla spesso dell’importanza di incoraggiare la comunicazione e l’espressione del pensiero delle risorse. In ambito psicologico, questo viene definito voice; con tale termine si intende la possibilità di far sentire la propria opinione e attraverso essa avere almeno una possibilità di influenzare le decisioni altrui.

Quando un lavoratore si sente sicuro e a proprio agio nel contesto in cui si trova esprime il proprio pensiero più liberamente e di conseguenza:

  1. può prendere parte e influenzare le decisioni dei colleghi o dei superiori;
  2. può essere ascoltato dai colleghi così da partecipare attivamente alla vita organizzativa e migliorare le relazioni interpersonali.

Ma perché offrire l’opportunità ai lavoratori di esprimere opinioni e idee?

Permettere ai lavoratori di esprimersi aiuta le aziende a sviluppare fiducia, partecipazione e supporto, caratteristiche determinanti per un clima di lavoro positivo e propositivo. Grazie a questo si possono ottenere molteplici risultati: innanzitutto i lavoratori mettono a disposizione le competenze individuali trasformandole in competenze organizzative a disposizione di tutti (potenziale di crescita per l’impresa); i dipendenti, poi, sentendosi ascoltati e presi in considerazione dai colleghi, sviluppano un coinvolgimento emotivo e professionale verso l’azienda. Inoltre, coinvolgere ogni individuo nelle decisioni organizzative, aumenta la percezione di significatività del lavoro svolto dai dipendenti, che si sentiranno così parte integrante del prodotto o servizio finale offerto dall’azienda. Infine se i lavoratori provano fiducia nell’organizzazione, allora saranno disposti a supportare l’impresa nei momenti di cambiamento rendendola più flessibile.

Tutto ciò porta vantaggi all’organizzazione, che potrà contare su persone entusiaste e disposte a consigliare e promuovere la propria azienda, aumentando così la reputazione. 

La voice, inoltre, ha un ruolo importante anche nella percezione di giustizia all’interno delle organizzazioni. Quando parliamo della giustizia, ci riferiamo ad un tema di grande complessità e che riguarda ogni ambito di azione sociale, che nel mondo del lavoro appare sempre più attuale. Poter esprimere le proprie opinioni aumenta la percezione dei dipendenti sull’onestà di trattamento da parte dell’azienda: sia riguardo le modalità scelte per decidere, ad esempio, la retribuzione (giustizia procedurale), sia riguardo la retribuzione stessa (giustizia distributiva).

All’interno di un’organizzazione è fondamentale, quindi, creare un clima e degli strumenti che diano alle persone l’opportunità di esprimersi e comunicare: ciò sarà funzionale per rendere l’impresa un luogo in cui i lavoratori contribuiscono attivamente alla crescita e allo sviluppo della stessa.

Melissa Taveri, Chiara Lamanna

Bibliografia

Lee, C. H., Wang, M. L., & Liu, M. S. (2017). When and how does psychological voice climate influence individual change readiness? The Mediating Role of Normative Commitment and the Moderating Role of Work Engagement. Frontiers in psychology, 8, 1737.